Iraq

Nassiriya ha cambiato le nostre vite. Terrorismo può minacciare in qualsiasi momento

Oggi come dieci anni fa il dolore e la rabbia non sono cambiati
 | 

Oggi come dieci anni fa il dolore e la rabbia non sono cambiati. Non è mutato l’orgoglio per i nostri militari impegnati nelle missioni all’estero. Così come non è cambiata la determinazione dell’Italia nel combattere il terrorismo.

Nassiriya ha, invece, certamente cambiato le nostre vite. Ci ha cambiati come uomini delle Istituzioni e come cittadini. Quelle 19 bare avvolte dal tricolore ci hanno dato la terribile conferma che dinanzi al terrorismo non si può mai abbassare la guardia, e che, sebbene alcune crisi all’estero possano sembrare lontane dai nostri confini, in realtà la violenza può arrivare in un attimo a minacciare anche la nostra sicurezza nazionale e la vita dei nostri uomini di valore.

LEGGI LE NOTE DELLA FARNESINA QUANDO FRATTINI ERA MINISTRO

Dichiarazione del Ministro Frattini sull’attentato contro i militari italiani in Iraq
Cordoglio e solidarietà per l’attentato terroristico contro il contingente militare italiano a Nassiriya espressi al Ministro Frattini dal Ministro degli Esteri russo Igor Ivanov anche a nome del Presidente Vladimir Putin
Il Ministro Frattini ha ricevuto telefonate e messaggi di condoglianze da parte del Segretario di Stato americano Powell, dai Ministri degli esteri tedesco Fischer e inglese Straw e dall’alto rappresentante UE Solana

La Farnesina ha disposto che tutti gli uffici diplomatici e consolari italiani nel mondo espongano la bandiera a mezz’asta in memoria dei militari caduti

Il Ministro Frattini ha inviato un messaggio al personale italiano operante in Iraq.


© All rights reserved. Powered by Franco Frattini

Back to Top
Font Resize
Contrasto